Notizie, Salute e Benessere

Arriva in Italia Ibrutinib: il trattamento chemio free

In Italia è in arrivo Ibrutinib, il trattamento chemio free per i pazienti affetti da leucemia linfatica cronica.

La molecola, inibitore orale selettivo primo nella classe della Bruton Tirosin Kinasi (BTK), è già approvata in Europa da un paio di anni.

Secondo gli studi il nuovo farmaco riduce dell’87% il rischio di progressione della malattia e di morte. A beneficiarne saranno soprattutto pazienti adulti e anziani, poiché la malattia viene diagnosticata in media a 65 anni È, in Italia, ci sono circa 3mila casi all’anno. Ogni paziente riceve un trattamento specifico della malattia, che a volte resta stabile per molti anni.

Paolo Ghia, del Programma Strategico di Ricerca sulla LLC, Divisione di Oncologia Sperimentale dell’Ospedale San Raffaele di Milano  ha dichiarato: “Un 10-15% di pazienti, colpiti dalla forma più aggressiva, necessitano di un trattamento immediato; gli altri vengono monitorati. La chemio immunoterapia standard a base di fludarabina, ciclofosfamide e rituximab (FCR) non viene tollerata da tutti i pazienti”. L’ultilizzo del nuovo farmaco sarà infatti rivolto soprattutto ai pazienti che hanno più di 75 anni, quindi difficoltà a tollerare la chemioterapia.

Ad oggi i pazienti trattati con questo farmaco hanno dimostrato di avere avuto notevoli miglioramenti nello stile di vita. L’efficacia del farmaco è stata ampiamente testata insieme alla sua tollerabilità. Tuttavia, come sempre accade in ambito medico, il tempismo sulla diagnosi può fare la differenza. I test che riguardano questo tumore devono essere svolti presso centri specializzati che possano indirizzare subito il paziente sulla strada giusta per la cura. L’obiettivo dei medici è quello di tenere sotto controllo la malattia e, al più presto dopo la diagnosi, riuscire totalmente a sconfiggerlo senza che l’organismo ne porti più traccia.

Related Posts