Notizie, Salute e Benessere

Il test che svela se si è predisposti al tumore della prostata

Il tumore della prostata rappresenta circa il 20% dei tumori diagnosticati tra gli uomini a partire dai 50 anni.

Il tumore della prostata è inizialmente asintomatico, fattore che provoca notevoli difficoltà per effettuare una diagnosi precoce. A questa esigenza viene incontro un innovativo test genetico in grado di stabilire quali uomini sono predisposti a sviluppare il tumore della prostata.

Un team di ricercatori dell’Institute of Cancer Research (Icr) di Londra ha scoperto 63 variazioni del DNA che aumentano il rischio di sviluppare il tumore alla prostata. Gli scienziati hanno condotto uno studio su 140 mila uomini in 52 paesi, scoprendo quali sono le variazioni del DNA che segnalano il pericolo. Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Nature Genetics.

I ricercatori hanno creato un pratico test che usa la saliva per prevedere quali uomini rischiano di più. Il test potrebbe essere in uso in Gran Bretagna tra soli due anni al piccolo costo di 7-10 sterline (8-11 euro). Con questo test, sarebbe possibile identificare quali uomini hanno più rischio di sviluppare il cancro alla prostata e, di conseguenza, attuare una adeguata campagna preventiva.

La scoperta potrebbe indurre miglioramenti in diversi ambiti. Un test di questo genere potrebbe evitare ingenti spese alla sanità pubblica, e aiutare gli uomini predisposti a seguire un adeguato stile di vita. A tal proposito, Paur Workman, presidente dell’istituro, ha dichiarato: «Sapere chi sono gli uomini con più probabilità di sviluppare il cancro alla prostata significa che cambiamenti nello stile di vita possono essere meglio indirizzati». Il test necessita di altri studi prima che sia disponibile sul mercato. A breve verrà sperimentato su un campione di 300 uomini e, se i risultati saranno positivi, su altri pazienti il prossimo anno.

Related Posts