Notizie

Aumento vertiginoso dei tumori al cervello: perchè?

Inghilterra, uno studio rivela l’aumento vertiginoso dei tumori al cervello.

Negli ultimi dieci anni, i casi sono più che raddoppiati. I dettagli sono pubblicati sulla rivista scientifica Journal of Environmental and Public Health.

Lo studio analizza dati statistici: il tasso di casi di glioblastoma è salito da 2,4 a 5 ogni 100.000 persone nell’arco di dieci anni, tra il 1995 e il 2015. Il glioblastoma, secondo i dati dell’OMAR (Osservatorio Malattie Rare) “È il più aggressivo tra i tumori cerebrali primitivi. Nonostante i progressi della neurochirurgia e della neuro-oncologia, la sopravvivenza dei pazienti affetti da glioblastoma è breve, mediamente solo 15 mesi dalla diagnosi.”

Per quanto riguarda le cause, queste sono ancora da accertare, ma vi sono collegamenti con alcuni fattori come l’uso del cellulare e l’inquinamento atmosferico dovuto al traffico. I dati utilizzati nello studio vengono dall’Ufficio delle statistiche nazionali del Regno Unito, dove sono attestati 81.135 casi di glioblastoma tra il 1995 e il 2015. Negli anni resi in esame i casi di glioblastoma sono sempre aumentati, per una media di ben 1548 tumori in più ogni anno. Alasdair Philips, autore principale dello studio e amministratore di Children with Cancer Uk , ha precisato alla Cnn ,– “Lo studio in sé non riguarda i cellulari  ma queste neoplasie si manifestano principalmente nelle aree del lobo frontale e temporale, vicino all’orecchio e alla fronte. Dal momento che i tumori cerebrali sono molto rari, il sospetto non dovrebbe destare particolare allarme, perché anche se l’uso del cellulare aumentasse il rischio di tumore al cervello, si tratterebbe di un rischio molto basso a livello individuale”. È bene precisare che attualmente la scienza non è ancora riuscita a dimostrare che l’uso del cellulare provoca tumore.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *