Alimentazione, Salute e Benessere

L’obesità aumenta il rischio di contrarre un tumore

Una ricerca USA svela il rapporto tra la comparsa precoce di tumori e l’obesità infantile.

Il numero di bambini obesi sul pianeta è aumentato notevolmente, con riflessi negativi sulla loro salute. Lo studio, firmato dall’onco-ematologo Nathan Berger, della Case Western Reserve University di Cleveland, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Obesity.

Secondo l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) l’obesità è uno dei principali problemi di salute nel mondo. Il problema riguarda soprattutto i paesi occidentali, tra i quali l’Italia occupa il primo posto di questo triste primato. L’obesità è legata strettamente a numerose patologie; la nuova ricerca svela la correlazione tra questa l’aumento di peso infantile e la comparsa di tumori tipici di età avanzata in giovane età.

I ricercatori hanno analizzato i risultati di oltre 100 studi scientifici, facendo un focus sulle conclusioni dell’Iarc (l’organismo dell’Oms dedicato alla ricerca sul cancro), che in uno studio del 2016 ha confermato l’obesità come fattore di rischio per 13 tipi di cancro, tra i quali il tumore al seno, al colon retto e al fegato. I tumori analizzati sono tipici dell’età avanzata, e compaiono solitamente dopo i 55 anni. Attualmente sono presenti spesso anche in giovani tra 20 e 39 anni.  Per le donne i più frequenti sono il tumore al seno, utero, ovaie e stomaco. Per gli uomini il tumore al colon retto, tiroide, reni, stomaco e fegato.

Lo studio approfondisce anche le conseguenze che ha l’obesità nel tumore. UnIMC ( indice di massa corporea) superiore a 30, che manifesta dunque obesità clinica, è legato a una forma di cancro più aggressiva, che prolifera molto più velocemente rispetto alla norma, riducendo di conseguenza le possibilità di sopravvivenza. È stato dimostrato anche che, nonostante la perdita dei chili di troppo, chi è stato obeso mantiene comunque un livello di rischio più alto di contrarre un tumore.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *