Notizie, Salute e Benessere

Il virus dell’influenza che colpisce il cancro al pancreas

Da Londra una nuova scoperta che potrebbe rivoluzionare la terapia per la cura del cancro al pancreas. I ricercatori hanno riprogrammato il virus dell’influenza per colpire il cancro al pancreas.

Lo studio condotto da Stella Man della Queen Mary University of London è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Molecular Cancer Therapeutics. Questa nuova scoperta viene incontro alle esigenze terapeutiche nei confronti di questo problematico tipo di cancro. Il tumore al pancreas infatti ha uno sviluppo veloce ed è particolarmente resistente alle terapie. Inoltre la diagnosi spesso tardiva non permette di agire per tempo contro la malattia.

 Il team di ricercatori ha modificato geneticamente il virus dell’influenza rendendolo letale per il cancro del pancreas. Il virus riprogrammato è in grado di colpire in maniera specifica le cellule tumorali senza nuocere alle cellule sane circostanti. In questo modo si può agire contro la malattia senza compromettere troppo il resto dell’organismo, come accade durante i cicli di chemioterapia.

Nello specifico i ricercatori hanno inserito nel virus dell’influenza una molecola che riconosce e si lega a una molecola posta sulla superficie delle cellule tumorali (alfa V beta 6) che non è presente sulle cellule sane. In questo modo il virus trova e riconosce senza esitazione le cellule malate e le colpisce, uccidendole.

Stella Man ha dichiarato: “Se confermeremo questi risultati in sperimentazioni cliniche su pazienti, questo virus potrebbe divenire un nuovo promettente trattamento contro il cancro del pancreas, anche in combinazione con la chemioterapia“. Fino ad ora infatti la nuova scoperta è stata testata su animali in laboratorio; il prossimo passo è la sperimentazione sugli esseri umani. Prima che la cura sia fruibile, sarà necessario condurre altre fasi di studio che confermino la sua efficacia positiva.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *