Alimentazione, Salute e Benessere

La caffeina riduce il rischio di morte nelle donne

Uno studio condotto presso l’Università di Porto (Portogallo) scopre il legame tra assunzione di caffeina e riduzione del rischio di morte nelle donne.

Il caffè è una delle bevande più consumate al mondo. Si stima che più dell’80% della popolazione del mondo la consumi regolarmente. Gli effetti benefici di questa bevanda sono oggetto di studio da parte dei ricercatori da molto tempo. Tuttavia non era ancora stata prestata attenzione alla relazione tra il consumo di caffeina e il diabete. Lo studio condotto presso l’Università di Porto ha posto attenzione proprio su questo legame.

I ricercatori hanno presentato lo studio in occasione dell’EASD, European Association for the Study of Diabetes. Da quanto emerge dai dati, le donne affette da diabete che assumono regolarmente caffeina attraverso tè o caffè, potrebbero vivere più a lungo delle donne che non consumano caffeina. Invece, negli uomini diabetici, non si è riscontrato alcun beneficio dal consumo di caffeina.

João Sérgio Neves e Davide Carvalho dell’Università di Porto, principali autori della ricerca, hanno dichiarato: “Abbiamo esaminato l’associazione tra vari livelli di assunzione di caffeina e mortalità in oltre 3.000 uomini e donne diabetici (nello specifico 1568 donne e 1484 uomini) dal 1999 al 2010 nel National Health Nutrition Examination Survey (NHANES), studio che segue lo stato di salute e nutrizionale di un campione rappresentativo nazionale di adulti negli Stati Uniti dal 1971”. Nell’ampio arco della durata dello studio si sono verificati 618 decessi.

La fonte di caffeina fa la differenza. L’assunzione di caffeina dal caffè riduce il rischio di morte per qualsiasi causa, mentre dal tè riduce il rischio di cancro. Continuano gli autori dello studio:”Il nostro studio ha mostrato un effetto protettivo dose-dipendente del consumo di caffeina sulla mortalità per tutte le cause nelle donne diabetiche. L’effetto sulla mortalità sembra dipendere dalla fonte di caffeina, con un effetto protettivo sulla mortalità per tutte le cause, in particolare quelle cardiovascolari, quando la caffeina proviene dal caffè e un effetto sulla mortalità da cancro quando la caffeina proviene da tè. Tuttavia, il nostro studio osservazionale non può dimostrare che la caffeina riduce il rischio di morte, ma suggerisce solo la possibilità di un effetto protettivo“.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *