L’antinfiammatorio che protegge dal cancro

Scoperte nuove proprietà dell’antinfiammatorio: protegge dal cancro e diminuisce drasticamente il rischio di recidive.

La scoperta è avvenuta nell’ambito della ricerca sulla salute del cuore.

Un team di ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston ha pubblicato uno studio sulla rivista scientifica New England Journal of Medicine che racconta della scoperta fatta. Lo studio, dal nome CANTOS (Canakinumab Anti-inflammatory Thombosis Outcomes Study), è stato finanziato dall’azienda farmaceutica Novartis. Gli scienziati hanno osservato più di diecimila pazienti colpiti da infarto per 4 anni. Gli stessi, tra i criteri di selezione, dovevano avere un’infiammazione in corso. Tutti i pazienti hanno assunto alte dosi di statine. Ad alcuni di questi, ogni tre mesi, sono state somministrate iniezioni di canakinumab (un potente antinfiammatorio), mentre ad altri iniezioni di placebo.

Il rischio di avere ictus o attacchi di cuore, nei pazienti che hanno assunto canakinumab, si è ridotto del 15%. È scesa del 30% la necessità di intervenire chirurgicamente sul cuore e sulle vene. In definitiva, il rischio di morte non è diminuito in assoluto, e i livelli di colesterolo non sono diminuiti nei pazienti trattati. Il dato sorprendente viene dagli effetti collaterali del farmaco. In negativo, l’assunzione di canakinumab comporta l’aumento del rischio di morte per infezione in un paziente ogni mille. Di contro, dimezza la mortalità per ogni tipo di tumore.

Per ragioni non ancora chiare, canakinumab è efficace in modo particolare contro il tumore al polmone. La probabilità di morte per tumore al polmone nei pazienti che hanno assunto canakinumab è diminuita del 75%. Tuttavia, questo risultato eclatante deve essere confermato da ulteriori studi. Nel frattempo i risultati dello studio sono stati accolti felicemente dalla comunità scientifica che vede l’ingresso di una grande novità. Per chi soffre di problemi cardiovascolari, questo si potrebbe rivelare un valido aiuto oltre a condurre uno stile di vita sano, rinunciare al fumo e ridurre il colesterolo.

Leave a Reply