Tatuaggi per monitorare il diabete

Un tatuaggio per misurare la glicemia dei diabetici

I pazienti affetti da diabete hanno il bisogno di monitorare costantemente i livelli di glucosio nel loro sangue. Attualmente i dispositivi medici più pratici in commercio sono dotati di un piccolo ago per forare il dito. La goccia di sangue che ne fuoriesce viene analizzata dal dispositivo e fornisce le informazioni sulla glicemia.

I ricercatori del MIT (Massachusetts Institute of Technology) e dell’università di Harvard hanno messo a punto un nuovo sistema per monitorare costantemente alcuni parametri fisiologici. Un semplice tatuaggio che potrebbe risparmiare ai pazienti affetti da diabete quei fastidiosi buchetti al dito.

Si tratta di un particolare tatuaggio che, al posto del classico inchiostro, ha dei biosensori che rispondono ai cambiamenti dei fluidi interstiziali attraverso i quali le sostanze passano dal sangue ai tessuti. Che cosa monitora esattamente? Variazioni dei livelli di pH, sodio, e glucosio.

Come? I ricercatori hanno associato colori specifici alle variazioni di determinate sostanze. Ad esempio, la variazione per il glucosio è dal blu al marrone; per il pH dal rosa al viola; per il sodio, verde.

L’esperimento DermalAbyss è una sorprendente novità nel campo medico. Attualmente in fase di sperimentazione, necessita di ulteriori studi per assicurarne l’affidabilità. È ancora da accertare, infatti, quanto queste variazioni di colore risultino accurate. Per il momento la strada più sicura resta comunque quella dell’analisi del sangue.

Xin Liu, ricercatore del MIT, ha dichiarato: “Persone malate di diabete ci scrivono ogni giorno, chiedendoci di provare. Ma dovrà passare molto tempo prima che il prodotto sia messo sul mercato. Nonostante ciò, una tecnologia del genere stimola l’immaginazione e apre a nuove possibilità”.

La buona riuscita di questa sperimentazione potrebbe migliorare notevolmente la vita di molti pazienti e aiutarli a condurre uno stile di vita più sereno.

Leave a Reply