Osteoartrite, si potrà curare con una penna-stampante 3D

Osteoartrite addio: creata penna che stampa cellule staminali in 3D e ripara la cartilagine

La frontiera della stampa 3D in ambito medico continua a sorprendere. Il Centre for Medical Discovery, basato nel St Vincent Hospital di Melbourne, ha sviluppato in collaborazione con le università di Melbourne e di Wollongong la Biopen, un’innovativa penna stampante 3D contro l’ osteoartrite che ripara lesioni alle giunture grazie al rilascio di staminali. Con questo strumento sarà possibile riparare nel dettaglio danni alle ossa, ai tendini e al tessuto negli organi.

Questo trattamento implica, in una prima fase, il prelievo di cellule staminali dal paziente. In seguito, queste vengono caricate in speciali cartucce all’interno della Biopen. Claudia Di Bella, chirurgo ortopedico, ne spiega il funzionamento: “La penna imprime le cellule su un materiale detto hydrogel che permette loro non solo di sopravvivere ma anche di moltiplicarsi per poi creare tipi desiderati di tessuti, nel nostro caso di cartilagine”.

Attualmente è impossibile riparare alcuni tipi di lesioni, come quelle che si formano nella cartilagine. Grazie a questo sistema, invece, il problema può essere risolto. Si tratta di un sistema di prevenzione incentrato su giovani, in particolar modo atleti, che così possono prevenire o rallentare l’insorgenza di osteoartrite. Il device medico è semplice e pratico da utilizzare, e non presenta complicazioni. La cartilagine prodotta dal mix di hydrogel e staminali risulta essere superiore rispetto ad altre tecniche standard.

L’utilizzo della Biopen non solo potrà prevenire la comparsa dell’osteoartrosi, ma anche attenuare il dolore e velocizzare i tempi di ripresa. Sarà dunque possibile per il paziente riprendere le normali attività prima di quanto sia possibile ad oggi.

Oltre ai vantaggi immediati legati alla salute, osteoartrite, sarà notevole anche il risparmio sulle spese sanitarie se la quantità di persone che soffrono di osteoartrite diminuisce. Un altro passo in avanti per la salute si sta compiendo.

Leave a Reply