Pet Therapy, il primo progetto di cani in corsia per i malati di Sla

La Pet Therapy è in grado di dare benefici fisici e psicologici ai malati affetti da SLA

Dei nostri amici a quattro zampe non possiamo proprio fare a meno. La gioia e la felicità che ci trasmettono sono indiscutibili, e sempre più è chiara la loro grande potenzialità anche in ambito terapeutico nella frontiera della Pet Therapy.

A Genova, presso il Centro Clinico Nemo di Arenzano, è terminata la prima fase sperimentale di ConFido: quattro zampe in corsia. Il progetto è nato da un’idea di Mondovicino Outlet Village che da tempo sostiene la Fondazione Vialli e Mauro Onlus nella ricerca sulla Sla e le malattie neuromuscolari.

In Italia è il primo caso di sperimentazione di Pet Therapy applicata a patologie neuromuscolari. Dopo questa prima fase ne sono previste altre due entro la fine dell’estate. Tra il 5 settembre 2016 e il 4 gennaio 2017, 25 pazienti (22 affetti da sclerosi laterale amiotrofica e 3 da neuropatia) hanno vissuto 170 sedute di terapia assistita con due pastori svizzeri bianchi. L’équipe alla base di questa sperimentazione è composta da medico fisiatra esperto in Interventi assistiti con animali (Iaa), fisioterapista motorio, terapista occupazionale, psicologa, etologo, veterinario e conduttore di cani.

Il riscontro da parte dei pazienti è estremamente felice. Uno di loro ha dichiarato: “In quest’ora esistiamo solo io e lui (il cane), e l’ora vola. Non penso alla malattia.” 

I risultati positivi sono stati commentati anche dalle figure che partecipano alla gestione dell’iniziativa. Giacomo Caramelli, direttore marketing dell’Outlet, ha dichiarato: “È con grande emozione che abbiamo appreso dei positivi risultati per alleviare le sofferenze sia fisiche che psichiche di chi soffre di questa grave forma di disabilità. È un esito che ci rende felici e ci incoraggia ad andare avanti nel sostenere il Centro Clinico Nemo, che svolge un lavoro preziosissimo e innovativo.”

Sull’importanza della ricerca si è espresso Gianluca Vialli,presidente della fondazione Vialli e Mauro: “Finanziare la ricerca è il nostro sport preferito e nello sport i traguardi importanti sono frutto del gioco di squadra. Abbiamo condiviso la fiducia nelle potenzialità del progetto ConFido e quindi la volontà di sostenerlo. La sinergia tra il lavoro dell’equipe del Centro Clinico Nemo e Assea onlus ha permesso di raggiungere risultati straordinari. La missione della Fondazione è sconfiggere la Sla e il nostro impegno prosegue con entusiasmo e determinazione. L’obiettivo è sostenere e finanziare la ricerca perché la ricerca è speranza e la speranza è vita”.

Leave a Reply